Elezioni Politiche 2018

News del: 23-01-2018

Si vota il 4 marzo per il rinnovo del Parlamento ed anche in Lombardia per le elezioni regionali

Ministero dell'interno  - Regione Lombardia

COSA SI VOTA

Si vota per l'elezione del Senato della Repubblica e della Camera dei Deputati e per l'elezione diretta del Presidente della Giunta Regionale e del Consiglio Regionale della Lombardia

QUANDO SI VOTA

Domenica 4 marzo  dalle ore 7.00 alle ore 23.00

DOVE SI VOTA

Presso i seguenti edifici:

Scuola "A.Moro" a Cerro al Lambro seggi 1 e 2
Scuola "A.Manzoni" di Riozzo seggi 3 e 4

CHI VOTA

Può votare ogni cittadino italiano maggiorenne iscritto nelle liste elettorali e il cittadino maggiorenne, residente ed appartenente all'Unione Europea può votare se ha presentato domanda entro la scadenza stabilita.

Si ricorda che sulla tessera elettorale sono chiaramente indicati la sezione ed il luogo in cui recarsi per esprimere il proprio voto.

COME SI VOTA

Per le elezioni politiche

L'elettore riceverà due schede, una per la Camera ed una per il Senato, se ha compiuto 25 anni, altrimenti gli viene consegnata la sola scheda per la Camera.

I modelli delle due schede sono identici.

Le schede recano il nome del candidato nel collegio uninominale e, per il collegio plurinominale, il contrassegno di ciascuna lista o coalizione di liste ad esso collegate.

I contrassegni delle liste hanno riportati a fianco i nominativi dei candidati nel collegio plurinominale:

Il voto è espresso tracciando un segno sul rettangolo contenente il contrassegno della lista e i nominativi dei candidati nel collegio plurinominale.

Il voto così espresso vale ai fini dell'elezione del candidato nel collegio uninominale ed a favore della lista nel collegio plurinominale.

Qualora il segno sia tracciato solo sul nome del candidato nel collegio uninominale, il voto è comunque valido
anche per la lista collegata. In presenza di più liste collegate in coalizione, il voto è ripartito tra le liste della coalizione, in proporzione ai voti ottenuti da ciascuna lista in tutte le sezioni del collegio uninominale

Le modalità di voto sono riportate anche nella parte esterna della scheda elettorale, con l'indicazione che:

- il voto espresso tracciando un segno sul contrassegno della lista vale anche per il candidato uninominale collegato, e viceversa

- il voto espresso tracciando un segno sul nome del candidato uninominale collegato a più liste in coalizione, viene ripartito tra le liste in proporzione ai loro voti ottenuti nel collegio

Se l'elettore traccia un segno sul rettangolo contenente il nominativo del candidato del collegio uninominale e un segno sul sottostante rettangolo contenente il contrassegno della lista nonché i nominativi dei candidati nel collegio plurinominale, il voto è comunque valido a favore sia del candidato uninominale sia della lista.

Se l'elettore traccia un segno sul contrassegno e un segno sulla lista di candidati nel collegio plurinominale della lista medesima, il voto è considerato valido a favore sia della lista sia del candidato uninominale.

Se l'elettore traccia un segno, comunque apposto, sul rettangolo contenente il nominativo del candidato uninominale e un segno su un rettangolo contenente il contrassegno di una lista cui il candidato non sia collegato, il voto è nullo, in quanto per l'elezione della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica non è previsto il voto disgiunto.

 per le elezioni regionali

L'elettore riceverà una scheda per il Consiglio Regionale

Ciascun elettore può, a scelta:

  • votare per un candidato alla carica di Presidente della Regione;
  • votare per un candidato alla carica di Presidente della Regione e per      una delle liste a esso collegate, tracciando un segno sul contrassegno di una di tali liste;
  • votare per un candidato alla carica di Presidente della Regione e per una delle altre liste a esso non collegate, tracciando un segno sul contrassegno di una di tali liste (cosiddetto "voto disgiunto");
  • votare a favore solo di una lista; in tale caso il voto si intende espresso anche a favore del candidato Presidente della Regione a essa collegato.

L'elettore può esprimere fino a due voti di preferenza. Nel caso di espressione di due preferenze, esse devono
riguardare candidati di sesso diverso della medesima lista. In caso contrario la seconda preferenza è annullata.

DOCUMENTI DA PRESENTARE

Per esercitare il diritto di voto, è necessario esibire presso la sezione elettorale di votazione la tessera elettorale e un documento di identificazione valido.

Documenti di identificazione per poter votare:

- carta d'identità o altro documento di identificazione (con fotografia) rilasciato dalla Pubblica Amministrazione, per esempio:

-         patente

-         passaporto

-         libretto di pensione

-         tessera di riconoscimento rilasciata da un ordine professionale

-         tessera di riconoscimento rilasciata dall'Unione nazionale ufficiali in congedo d'Italia, purchè convalidata da un comando militare.

In mancanza di documento l'identificazione può avvenire anche attraverso:

- uno dei membri del seggio che conosca personalmente l'elettore e ne attesti l'identità

- altro elettore del comune, noto al seggio (provvisto di documento valido), che ne attesti l'identità.

Nel caso di:

- carta d'identità scaduta: occorre recarsi all'Ufficio Anagrafe con tre foto tessera recenti ed il documento
scaduto;

- smarrimento o deterioramento della tessera elettorale: una nuova può essere richiesta all'Ufficio Elettorale;

- furto della tessera elettorale: non è necessario fare denuncia all'autorità di pubblica sicurezza, è sufficiente
recarsi presso l'Ufficio Elettorale per una semplice dichiarazione dell'avvenuto furto;

------------------- 

Il Sindaco rende noto che gli elettori affetti da gravissime infermità, tali che l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano risulti impossibile anche con l'ausilio del trasporto pubblico per disabili organizzato dal comune e gli elettori affetti da gravi infermità, che si trovino in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali, tali da impedirne l'allontanamento dall'abitazione in cui dimorano, sono ammessi al voto nella predetta dimora. Per avvalersi del diritto di voto a domicilio, gli elettori devono far pervenire al Sindaco del Comune di iscrizione nelle liste elettorali, tra il quarantesimo ed il ventesimo giorno antecedente la data di votazione, una dichiarazione in carta libera attestante la volontà di esprimere il voto presso l'abitazione in cui dimorano, indicandone l'indirizzo completo. Alla dichiarazione deve essere allegata copia fotostatica della tessera elettorale nonchè un certificato rilasciato dal funzionario medico designato dalla competente Autorità Sanitaria Locale, in data non anteriore al quarantacinquesimo giorno antecedente la data della votazione, che attesti, in capo all'elettore, la sussistenza delle condizioni di infermità di cui al comma 1 dell'art. 1 della Legge n. 46/2009, con prognosi di almeno 60 giorni decorrenti dalla data del certificato ovvero la condizione di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali, tale da impedire all'elettore di recarsi al seggio. Nel caso sia necessario, l'elettore può essere assistito nel voto da un accompagnatore. Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi al servizio elettorale del Comune.


Calendario
« Febbraio 2018 »
L M M G V S D
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28        
Ultimi video

CC 20 DIC P1/2

CC 20 DIC P1/2

CC 20 DIC P2/2

CC 20 DIC P2/2

Archivio video

Magnani Srl